Cambia Taglio Vol.2

SABATO 10 NOVEMBRE 2012
OPERATORI SOCIALI NON DORMIENTI
presentano:
CAMBIA TAGLIO VOL.2
Giornata Informativa/Aggregativa/Artistica in difesa del Welfare e dei Diritti Sociali.
dalle ore 18 presso Circolo Arci NOà/GIOIA E RIVOLUZIONE,C.so Regina Margherita 154/Torino
ore 18: presentazione del libro:
CHI COMANDA TORINO? Maurizio Pagliassotti.Ed Castelvecchi
HANNO PENSATO UNA METROPOLI SENZA LA FIAT CON DUE SOLE ALTERNATIVE: IL DEBITO E IL CEMENTO. CHI DECIDE LE SORTI DELLA CITTÀ?
Dalle ore 21.00,
LES PUZZETTAS,GIALLOPALO,SKULLA e MISTER GREEN (in fondo  il programma completo)
Rieccoci qua!!!! Siamo gli Operatori Sociali non Dormienti. Per chi ancora non ci conoscesse siamo un gruppo di educatori, oss, assistenti sociali, psicologi maestre.. lavoriamo attraverso progetti riabilitativi, educativi e di sostegno in servizi rivolti a persone in difficoltà : anziani, disabili, minori, persone con disagio psichico, con problemi di tossicodipendenza, adulti in difficoltà, etc.
Siamo quelli che da circa un anno denunciano la scandalosa riduzione, per non parlare dell’azzeramento delle risorse destinate al sociale!! Continua il massacro degli strati medio-bassi della popolazione, mentre si riempiono le tasche dei soliti banchieri e speculatori del bene pubblico.
Stiamo parlando di 50 milioni in meno per l’assistenza nel 2012, per non parlare dei nuovi tagli previsti per il 2013. Di fatto si stanno mettendo a repentaglio molti servizi, si chiudono comunità, dormitori, si negano i contributi economici per anziani e disabili, ma non è tutto..continuano i sempre maggiori ritardi della pubblica amministrazione al terzo settore, che si trova così costretto ad indebitarsi, quando può, per pagare gli stipendi dei lavoratori. Rendiamoci conto che una cospiqua parte di lavoratori del sociale non percepisce stipendio da mesi.
E’ a questo che ci siamo ridotti.
La retorica dell’austerità vuole convincerci della necessità di questi tagli ma non è vero, apriamo gli occhi!!La diminuzione delle risorse destinate al sociale è una scelta consapevole. Come spieghiamo se no il fatto che ci siano i soldi per pagare i premi di produzione dei dirigenti del comune di torino (2 milioni di euro),  per pagare le spese dei rimborsi elettorali (20 milioni di euro), o per pagare i costi del fortino del non cantiere in Val di Susa (32 milioni all’anno)?? Già solo risparmiando queste cose riusciremmo ad avere 54 milioni di euro in più da utilizzare per una programmazione etica e razionale delle politiche sociali.
IL WELFARE NON è UN’OPERA DI BENEFICENZA, MA è UN DIRITTO CONQUISTATO  DALLE LOTTE DELLE GENERAZIONI PRECEDENTI E GARANTITO DALLA NOSTRA COSTITUZIONE. 
Difendere i diritti ed organizzarci con altri ci rende complici nella costruzione di un presente e di un futuro a cui tutti sia garantita la possibilità di una vita degna. “da questo momento in poi resistere significa creare le nuove forme, le nuove ipotesi teoriche, e pratiche che siano all’altezza della sfida attuale”.
Come sempre, e non ci stancheremo mai di dirlo: partecipare non sappiamo se allunga la vita, ma di sicuro la rende più bella.
ore 18: presentazione del libro:
CHI COMANDA TORINO? Maurizio Pagliassotti.Ed Castelvecchi
HANNO PENSATO UNA METROPOLI SENZA LA FIAT CON DUE SOLE ALTERNATIVE: IL DEBITO E IL CEMENTO. CHI DECIDE LE SORTI DELLA CITTÀ?
Torino oggi è la città più indebitata d’Italia, messa sul lastrico dai Grandi eventi – come le Olimpiadi invernali del 2006 – e dalle Grandi opere. Torino è anche una metropoli anomala la cui programmazione economica è decisa a tavolino dagli istituti di credito. E che vede, contemporaneamente, il Comune primo azionista della Compagnia di San Paolo e Intesa Sanpaolo come maggior creditore del Comune stesso. Chi comanda Torino è dunque un grumo di potere stabile da circa venti anni.

Dalle ore 21.00,

LES PUZZETTAS:Lo spettacolo prende spunto dal collettivo degli Operatori Sociali Non Dormienti, educatori ed operatori che lavorano nell’ambito sociale e sanitario con minori, anziani e fasce deboli della società.
In “Dormientes o non Dormientes?!” Les Puzzettas ripercorrono alcune vicende vissute in questi mesi dagli Operatori Sociali e forniscono una lettura personale, ironica e a tratti drammatica della situazione sociale che ci troviamo a vivere.

GIALLOPALO:Il teatro come mezzo comunicativo in grado di esprimere contenuti e messaggi che riguardino i cittadini, la comunità, il mondo globale. Tra le finalità vi è la promozione del benessere sociale attraverso la cittadinanza attiva, il protagonismo, la solidarietà, la tolleranza al fine di rafforzare la coesione sociale. Si impegna a diffondere una trasmissione e una socializzazione del sapere attivando processi di interazione tra individuo e collettività, scambi intergenerazionali e interculturali e la messa in rete delle proprie competenze.

SKULLA E MISTER GREEN: skulla, Fabrizio Scolletta cantautore polistrumentista e mr. green Luca Carbone giocoliere percussionista.Musica e giocoleria. La chitarra accompagna una voce che vola in cielo e si unisce al tempo dettato dalle percussioni riciclate suonate a ritmo di devil stik. “Abbiamo iniziato esibendoci nelle strade e nelle piazze, per noi scuola di vita quotidiana, culla di anime e culture, luogo di confronto..scontro e scambio. E’ proprio la strada a farci crescere e ragionare, che ci pone davanti la cruda realtà, e ci regala enormi emozioni.”

Rispondi

Effettua il login con uno di questi metodi per inviare il tuo commento:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...